Corsi & Tutorials

DaVinci Resolve, Montaggio Video, Fotografia e molto altro ancora! Esplora centinaia di Tutorials & Corsi!

Ultimi articoli

IMPARA a EDITARE VIDEO in 15 MINUTI - DaVinci Resolve per PRINCIPIANTI

Creato da - Lorenzo Benedetti

IMPARA a EDITARE VIDEO in 15 MINUTI - DaVinci Resolve per PRINCIPIANTI

Il primo dei dieci comandamenti del montatore video, è che per diventare un video editor servono mesi, se non anni, di studi, fatiche e fallimenti, e questo è vero. C’è da dire però che non tutti hanno l’aspirazione di diventare il miglior montatore video del momento, però tutti nel 2022 dovrebbero avere l’interesse ad imparare ad editare video. Viviamo in una società dove i video sono all’ordine del giorno, e oggi come oggi, chi non sa editare un video è l’Otzi del 2022. La domanda che sorge spontanea è: quanto tempo ci vuole ad imparare ad editare un video? La risposta l’avete già: 15 minuti, anzi, facciamo 14, visto che sto già parlando da un po’! Ho condensato 7 anni di esperienza nel settore per creare questo corso super rapido che vi insegna ad editare un video da zero in soli 15 minuti!Che Software di Montaggio Video usare?Partiamo dalla base: che software di montaggio video usare… ne esistono centinaia, se volete approfondire l’argomento, sul mio canale, in questa playlist su YouTube trovate anche qualche confronto tra diversi programmi. Siccome all’inizio del video ho detto che chiunque nel 2022 deve poter editare video, ciò significa che per non fare discriminazioni di natura economica, il software di montaggio video prescelto per questo corso è completamente gratis: DaVinci Resolve.Scaricamento & Installazione DaVinci ResolveQuesto potentissimo e semplice software di montaggio video è compatibile con Windows, Mac e Linux. Per scaricarlo, quindi installarlo, apriamo un qualsiasi browser e digitiamo nella barra di ricerca DaVinci Resolve 18, quindi clicchiamo sul primo link, o semplicemente su questo link, e quindi clicchiamo su Download scegliendo DaVinci Resolve 18. Il processo di scaricamento e installazione è molto semplice, comunque se doveste avere problemi trovate questo video dettagliato a riguardo!Primi passi con DaVinci ResolveDetto questo continuiamo con il tutorial che il tempo passa e non abbiamo ancora editato il nostro video! Quindi una volta installato DVR lo apriamo e dal project Manager creiamo un nuovo progetto dandogli il nome che più ci aggrada.DaVinci Resolve si apre di default sulla pagina Cut, che in teoria è la più semplice e serve per fare montaggio video al volo, nella realtà dei fatti è una pagina abbastanza ostica da imparare e non troppo potente, quindi ci spostiamo nella pagina Edit, quella subito accanto.Come prima cosa, per essere sicuri di vedere tutti la stessa schermata, clicchiamo su Workspace, quindi “Reset UI Layout”, in questo modo DVR si ricaricherà nella sua configurazione standard.Nella pagina Edit standard abbiamo un grande spazio sul fondo con dei tempi sopra, questa è la timeline, il posto dove noi mettiamo i nostri video, foto e musiche in ordine temporale, la approfondiamo a breve con un esempio pratico.Sopra alla timeline sono presenti due rettangoli, questi sono i viewers. È come se fossero dei monitor del computer all’interno di DVR, infatti consentono di vedere quello che stiamo editando. Nello specifico quello di destra serve per vedere quello che mettiamo nella timeline, mentre quello di sinistra serve per vedere le clip che importiamo nella media pool, il rettangolo verticale che si trova alla sinistra della timeline e dei viewers si chiama Media Pool, qua possiamo importare foto, video e musica, possiamo importarli sia facendo click destro, quindi “Import Media”, o semplicemente trascinando le nostre clip dall’esplora risorse o dal finder come nel mio caso.Primo Montaggio con DaVinci ResolveMancano ancora degli elementi della pagina Edit da conoscere, ma li impariamo via via, intanto cominciamo ad editare il nostro primo video, quindi trasciniamo una clip a nostra scelta dalla “Media Pool”, nella timeline. Non appena la nostra clip appare nella timeline compare anche un nuovo file nella Media Pool che si chiama “Timeline 1”, questo è il file della nostra timeline, mai eliminarlo, altrimenti perdiamo tutto il nostro lavoro. La timeline viene creata automaticamente con i settaggi del progetto, per cambiarli possiamo cliccare sul pulsante delle impostazioni in basso a destra e quindi cambiare i parametri che ci interessano. Questa schermata delle impostazioni a prima vista può sembrare alquanto intimidatoria, ma tranquilli, è più semplice del previsto. Se volete sapere che settaggi impostare per ottenere il massimo da DaVinci Resolve, la scorsa settimana ho realizzato un video a riguardo. Quindi per il momento chiudiamo le impostazioni e concentriamoci sul montaggio.Poco sopra la timeline è presente la barra degli strumenti, qua trovate tutti gli strumenti di cui avete bisogno per editare un video. Lo strumento predefinito è quello del cursore del mouse che consente di selezionare e spostare le varie clip nella timeline. Un’altro strumento molto importante è la lametta o blade che permette di tagliare una clip dove vogliamo noi, questo è molto utile per tagliare via dalla nostra clip le parti non desiderate, tipo l’inizio di questo video dove sono in silenzio. Una volta tagliata la nostra clip, ritornando sullo strumento di selezione, possiamo selezionare la parte della clip che vogliamo eliminare, quindi premere Del.Se vogliamo inserire una transizione e un titolo al nostro video non ci resta che cliccare su Effects per aprire questo pannello che contiene effetti, transizioni e titoli. Per aggiungere una semplice dissolvenza incrociata per l’apertura del video non dobbiamo fare altro che selezionare la transizione e, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, trascinarla sulla nostra clip, rilasciamo quindi il mouse quando compare questo simbolo e voilà, abbiamo appena aggiunto la nostra transizione e se andiamo a riprodurre il nostro video, vediamo il risultato del nostro duro lavoro!Allo stesso modo possiamo aggiungere un titolo. In questo caso però, non rilasciamo il nostro titolo sul nostro video, bensì un livello sopra, nella seconda traccia della timeline, questo perché a differenza di una transizione e di un effetto, un titolo è una specie di clip, quindi se mettiamo una clip dentro un’altra clip eliminiamo la clip di partenza in quel punto. Sempre per lo stesso concetto dobbiamo anche stare attenti all’ordine delle nostre clip sulle tracce, proprio come per i livelli di Photoshop, ciò che sta sopra si sovrappone a ciò che sta sotto, quindi se avete due clip che riempiono tutto lo schermo e ne mettete una sopra all’altra, vedrete solo quella di sopra. Comunque, ritornando al nostro titolo, ora che lo abbiamo messo sopra al nostro video, non ci resta da fare altro che modificarne il testo, quindi selezioniamo il titolo dalla timeline e clicchiamo su Inspector, in alto a destra, quindi modifichiamo il testo che vediamo, come se si trattasse di un semplice documento Word.Ultimo, ma non per importanza, aggiungiamo della musica sotto al nostro video, giusto per rendere il tutto più creativo ed interessante! La musica va messa nelle tracce audio che sono sotto a quelle video. Vale lo stesso discorso dei video, se mettiamo una traccia musicale sopra a un’altra traccia già esistente, non sentiremo quella sotto per la durata dell’ultima traccia aggiunta. Quindi, nel nostro caso, aggiungiamo la canzone nella seconda traccia. Nella maggior parte dei casi il volume della musica è troppo alto e copre la nostra voce, quindi lo dobbiamo regolare, in base a quanto abbiamo visto finora, voi come fareste? Vi do un piccolo aiuto, serve l’Inspector!Se non riuscite a regolare il volume da soli, nessun problema, mandatemi un direct su Instagram scrivendomi volume e vi risponderò istantaneamente con la soluzione! E se non ci credete, provate!Ultimissima cosa, la più importante, dobbiamo esportare il nostro video: una volta finito il montaggio vogliamo poter salvare e condividere il video ovunque, per farlo clicchiamo su “File”, quindi “Quick Export”, selezioniamo h.264 e clicchiamo su “Export”. In base alla lunghezza del vostro video e all’hardware del vostro computer, il processo può richiedere un po’ di tempo, tranquilli, tutto normale! Bene, siamo giunti alla fine di questo mini corso, prima di chiudere l'articolo, un’informazione di servizio super rapida: se volete approfondire, per aumentare le vostre conoscenze del settore e per diventare un videomaker, vi consiglio di dare uno sguardo a questo mio corso su YouTube, completo e gratis su DaVinci Resolve.Inoltre vi invito a farmi sapere con un commento qua sotto se conoscevate di già DaVinci Resolve e se questo corso vi è tornato utile!

Più dettagli

Pubblicato - Sab, 30 Jul 2022

DaVinci Resolve: il VIDEO va a SCATTI - LAG PLAYBACK. Come Risolvere?

Creato da - Lorenzo Benedetti

DaVinci Resolve: il VIDEO va a SCATTI - LAG PLAYBACK. Come Risolvere?

Sebbene sia un grande amante di DaVinci Resolve, e questo è innegabile, devo però ammettere che alcune volte editare i video con DVR è davvero faticoso e demoralizzante, e mi riferisco principalmente a tutte quelle volte che noi premiamo play e il nostro video rimane fermo, o ancora peggio va a scatti all’infinito. Oggi vediamo come risolvere il problema della preview di DVR che va a scatti attraverso delle semplici impostazioni!PremesseDue piccole premesse prima di partire con il tutorial: ci tengo a precisare che tutte le tecniche che vi mostro servono per migliorare e risolvere i problemi di riproduzione delle vostre timelines dentro a DaVinci Resolve, ovviamente si applicano a clip con risoluzioni e codifiche supportate dal vostro hardware. Per farvi capire vi faccio un esempio molto semplice: se avete un computer di 20 anni fa con 2 core di CPU e scheda grafica integrata, non potete pretendere di riuscire ad editare video in 8K RED raw con la preview di DVR che funziona alla perfezione. se avete problemi in generale con le performance di DVR vi consiglio di guardare questo mio video dove spiego come ottimizzare ed impostare DVR al meglio. Detto questo, cominciamo aprendo DVR! Impostazioni di progettoCome prima cosa clicchiamo in fondo a destra sull’icona delle impostazioni, quindi dalla schermata che si apre andiamo dentro a “Master Setting”, scorriamo fino alla sezione “Optimized Media and Render Cache”, quindi distinguiamo due casi, se usate un Mac impostate: Proxy media format: ProRes422 Proxy Optimized media format: ProRes422 Proxy Render cache format: ProRes422 Proxy Se invece usate Windows o Linux, effettuate queste impostazioni: Proxy media format: DNxHR LB Optimized media format: DNxHR LB Render cache format: DNxHR LB Dopodiché spuntiamo “Enable background caching after ‘1’ seconds” e impostiamo su 1 secondo, in questo modo DVR avvierà il render dei nostri video con effetti, transizioni, titoli, ..., in modo automatico dopo 1 secondo di inattività di montaggio video. Personalmente adoro questa funzionalità di DVR perché mi consente di risparmiare moltissimo tempo durante la fase di rendering, proprio come dentro a FCPX.Spuntiamo quindi anche tutte le voci sottostanti in modo da far creare a DVR la cache in automatico anche per transizioni, composizioni ed effetti di Fusion.Una volta fatto ciò possiamo salvare le modifiche. In questo modo abbiamo quindi impostato i settaggi di caching e rendering per avere un’esperienza migliore, ma la vera magia, i settaggi che ci cambieranno l’uso di DVR li vediamo tra pochissimo.Impostazioni del playbackQuindi ora che abbiamo visto i settaggi per caching e rendering possiamo passare ai settaggi miracolosi di DVR, per fare questo clicchiamo su “DaVinci Resolve” nella barra dei menù, quindi andiamo su “Preferences”, ci spostiamo all’interno della sezione “User” e andiamo quindi dentro a “Playback Settings” da qua spuntiamo le prime due voci: “Hide UI overlays” e “Minimize interface updates during playback”. Grazie a questi due settaggi diciamo a DVR nel momento della riproduzione delle nostre timelines di concentrarsi solo e soltanto su quello, di bloccare momentaneamente gli altri processi e di dare il 100% di potenza al viewer. Sinceramente non capisco per quale motivo DVR non imposti questi settaggi di Default, sono davvero troppo potenti, rivoluzionano il tuo modo di usare DVR. Bene quindi siamo giunti alla fine di questo articolo, conoscevate questi trucchetti del mestiere per far sì che la preview di DaVinci Resolve non vada a scatti? Fatemelo sapere con un commento qua sotto!

Più dettagli

Pubblicato - Sab, 30 Jul 2022

WORKFLOW DaVinci Resolve 18 con Premiere / FCPX / Avid / Filmora

Creato da - Lorenzo Benedetti

WORKFLOW DaVinci Resolve 18 con Premiere / FCPX / Avid / Filmora

Molto spesso parlando con videomakers ed amatori, sia su internet che nella vita di tutti i giorni, ho sentito questa frase: ”Vorrei passare a DaVinci Resolve, soprattutto per il Color Grading, ma ancora non me la sento perché è da 10 anni che edito ogni mio video con Premiere e sono troppo abituato a Premiere.”. In questi casi mi esce fuori spontanea una risposta:”Vabbè, semplicemente puoi effettuare tutto il montaggio con Premiere e passare a DaVinci Resolve per il Color Grading”, arrivato a questo punto solitamente scaturisce una discussione su quanto sia difficile effettuare questo passaggio da Premiere a DaVinci Resolve. Ecco, con l'articolo di oggi voglio sfatare questo mito, si tratta di un procedimento semplicissimo e velocissimo, che si applica a qualsiasi software di partenza, Premiere, FCPX, Avid, Sony Vegas, Pinnacle e chi più ne ha ne metta!Workflow erratiMolte persone quando si tratta di passare da un software di montaggio video ad un altro impazziscono, si perdono in migliaia di settaggi di esportazione ed altro, passando da EDL, XML ad AAF ed altri settaggi di esportazione. La verità è che non serve neanche uno di questi settaggi e sono settaggi che nella maggior parte dei casi danno problemi di compatibilità oppure non sono molto potenti, come nel caso dell’EDL. Il metodo che vi insegnerò io è lo standard usato anche ad Hollywood da decenni.Nel software di partenza (Premiere / FCPX / Avid / ...)Come programma di montaggio video primario oggi userò Premiere Pro, per comodità, non cambia assolutamente nulla usando FCPX, Sony Vegas o Windows MovieMaker!La prima cosa da fare sul programma di partenza è duplicare la timeline della quale vogliamo effettuare il Color Grading, quindi faccio click destro sulla mia timeline e seleziono duplica.Selezionando quindi la timeline duplicata, la rendo tutta su un solo livello, elimino quindi tutto ciò che non è la clip di per sé: sound effects musica titoli transizioni ridimensionamenti della clip stabilizzazione effetti vari E’ molto importante eliminare soprattutto le transizioni, queste le andremo ad ri-aggiungere una volta terminata la fase del Color Grading.Una volta sistemata la timeline, esportiamola, per farlo, nel caso di Premiere Pro, faccio click destro sulla timeline e seleziono “Esporta file multimediali...”, quindi andiamo a selezionare i settaggi di qualità massima, ci sono due opzioni principali: un semplice H.264, soluzione semplice e versatile Apple ProRes 422 HQ, questa seconda soluzione, più complessa e pesante a livello di GB occupati è quella che garantisce la massima qualità. Quindi, nel caso di Premiere Pro, andiamo a selezionare anche “Rendering a profondità massima” e “Usa massima qualità di rendering”, quindi trasferiamo il tutto ad Adobe Media Encoder oppure esportiamo direttamente all’interno di Premiere Pro.Dentro a DaVinci ResolveUna volta che abbiamo il file esportato da Premiere Pro, ci spostiamo dentro a DaVinci Resolve, più precisamente nella pagina MEDIA, quindi usando l’explorer di DaVinci ci spostiamo all’interno della cartella contenente il video di Premiere, quindi, senza importare il video dentro alla Media Pool, facciamo click destro sulla clip e selezioniamo “Scene Detection”. Questo tool è il vostro miglior amico, mediante il tasto in basso a sinistra “Auto Scene Detect”, DaVinci, automaticamente riconoscerà i tagli tra una scena e un’altra ed effettuerà un taglio.Mediante il pannello info è possibile vedere quali tagli ha creato DaVinci e possiamo aggiungere quelli mancanti o eliminare quelli in più, anche se sinceramente è davvero difficile che sbagli!Una volta finito il processo di creazione dei tagli possiamo cliccare sul pulsante in basso a destra “Add Cuts to Media Pool”, in questo modo DaVinci inserirà nella Media Pool le clip singole, rendendoci il lavoro di Color Grading semplcissimo!Esportazione da DaVinci ResolveEffettuato il Color Grading delle nostre clip non ci resta altro che esportare il tutto, il mio consiglio, in questo caso, è quello di esportare le clip singole, in modo da avere più flessibilità per ultimare il montaggio. Spostandoci nella pagina DELIVER di DaVinci, possiamo scegliere se esportare con la massima qualità, a scapito dello spazio occupato, oppure accontentarci di un buon compromesso.Nel caso della massima qualità, applichiamo i seguenti settaggi: Individual Clips Nella sezione “File” selezioniamo “Custom Name”, andiamo quindi a chiamare la nostra clip, ad esempio “clip”, questo passaggio è molto importante per non perdere tempo quando reimportiamo le clip con Color Grading dentro a Premiere Spuntiamo anche “Use unique filenames”, in modo da avere una stuttura dei files sequenziale, cosa che ci servirà dopo Ritornando nella sezione “Video”, nell’opzione Format: Quicktime Codec: DNxHR Type: DNcHR 444 10-bit, questa codec è pesantissima, ma è quella che vi darà la massima qualità sotto l’aspetto dei colori Selezioniamo la risoluzione corretta Spuntiamo “Use Constant Bit Rate” Nel sotto menù “Advanced Settings”, sotto la voce “Data Levels”, spuntiamo “Full” Per avere invece un buon compromesso applichiamo questi settaggi:come nel caso precendente selezioniamo Individual Clips Nella sezione “File” selezioniamo “Custom Name”, andiamo quindi a chiamare la nostra clip, ad esempio “clip”, questo passaggio è molto importante per non perdere tempo quando reimportiamo le clip con Color Grading dentro a Premiere Spuntiamo anche “Use unique filenames”, in modo da avere una stuttura dei files sequenziale, cosa che ci servirà dopo Ritornando nella sezione “Video”, nell’opzione Format: MP4 Codec: H.264 Encoder: Native o, nel caso di scheda grafica dedicata, impostiamo quello Selezioniamo la risoluzione corretta Sotto la voce Quality, selezioniamo “Restrict to”, impostando: nel caso di una timeline con risoluzione FHD: 40’000 Kb/s nel caso di una timeline con risoluzione 4K: 80’000 Kb/s nel caso di una timeline con risoluzione 8K: 160’000 Kb/s Nel sotto menù “Advanced Settings”, sotto la voce “Data Levels”, spuntiamo “Full” Quindi, impostati i settaggi corretti, non ci resta da fare altro che cliccare su “Add to Render Queue” e attendere l’esportazione.Importazione dentro a PremiereUna volta che abbiamo tutte le nostre clip esportate, non ci resta da fare nient’altro che importarle dentro a Premiere e sostituirle a quelle originali, grazie ai settaggi sul nome applicati durante l’esportazione dentro a DaVinci Resolve, riusciremo ad effettuare la sostituzione con un click, senza ulteriori perdite di tempo.Bene quindi siamo giunti alla fine di questo articolo. Voi che sistema usate per utilizzare più software di post-produzione per lo stesso video? Fatemelo sapere con un commento qua sotto!

Più dettagli

Pubblicato - Sab, 30 Jul 2022

Guida CREAZIONE SCORCIATOIE DA TASTIERA DaVinci Resolve 18

Creato da - Lorenzo Benedetti

Guida CREAZIONE SCORCIATOIE DA TASTIERA DaVinci Resolve 18

Se dovessi scegliere un solo metodo per velocizzare il mio montaggio video con DaVinci Resolve, molto probabilmente sceglierei il suo sistema di scorciatoie da tastiera. E' semplicemente fantastico, anche se non troppo semplice a prima vista, ma nessuna paura: oggi vedremo come customizzare la nostra tastiera al meglio, dentro a DaVinci Resolve, in modo da settare le scorciatoie da tastiera più utili, quelle che ci velocizzeranno il lavoro!Come gestire gli shortcutsDentro a DaVinci Resolve possiamo cliccare su “DaVinci Resolve” nella barra dei menù, quindi cliccare su “Keyboard Customization”.Si aprirà una schermata che mostra una tastiera e diverse funzionalità sotto, all’inizio può sembrare molto complessa, in realtà semplicemente nella parte superiore è presente la tastiera con tutti gli shortcuts associati e liberi. Nella parte inferiore sono presenti due sezioni. La prima, sulla sinistra, “Active Key” che elenca gli shortcuts collegati al singolo tasto. Alla destra di “Active Keys” è presente la sezione “Commands”, da qui è possibile scegliere quale funzionalità collegare ai singoli tasti.Come funzionano gli shortcutsE’ importante capire come funzionano il sistema di scorciatoie dentro a DaVinci Resolve. Come avrete notato i tasti sono di 3 colori diversi: grigio scuro grigio grigio chiaro (divide il tasto a metà con il grigio) I tasti grigi scuri indicano i tasti liberi da shortcuts. Quelli grigi “medi” indicano i tasti a cui è associato un shortcut, e possiamo vedere quale esso sia nella scheda “Active Key” I tasti sia grigi “medi” che chiari, tagliati a metà, indicano dei tasti che contengono più di uno shortcut. Anche in questo caso possiamo vedere gli shortcuts attivi nella sezione “Active Keys”.Preset disponibiliPrima di vedere come creare un proprio shortcut, trovo che sia giusto spendere due parole sui preset forniti dalla BlackMagic Design, Se clicchiamo sui tre puntini in alto a destra, vediamo tutti i preset disponibili, questi sono molto utili per chi viene da altri software di montaggio video e vuole usare le stesse scorciatoie. Sono disponibili per: Apple Final Cut Pro X Avid Media Composer Adobe Premiere Pro Pro Tools Aggiungere uno shortcutPer aggiungere una nuova scorciatoia da tastiera il procedimento è alquanto semplice, sia nel caso che la scorciatoia sia già esistente, sia che la stiamo creando noi per la prima volta. Il primo passo da fare è selezionare il tasto che vogliamo effettui una determinata funzione, quindi spostandoci nel pannello dei “Commands” possiamo scegliere tra due categorie: “Application” e “Panel”. Entrambe le categorie contengono diverse sottocategorie. Una volta scelta la funzionalità che vogliamo associare al tasto non dovremo fare nient’altro che fare click sinistro con il mouse nella colonna “Keystroke”, e quindi premere da tastiera il tasto corretto, in questo modo. Se state sostituendo uno shortcut, vi apparirà un messaggio di avvertimento, in questo modo.Rimuovere uno shortcutPer rimuovere uno shortcut la procedura è molto semplice: una volta selezionato il tasto corretto dalla tastiera dentro a DaVinci Resolve, ci spostiamo nella sezione “Active Key” e facciamo click sinistro sul contenuto della colonna “Commands” (di “Active Key”). Nella sezione “Commands” si aprirà quindi la funzionalità selezionata, con il relativo shortcut al lato, non dovremo fare altro che cliccare sulla X accanto al “Keystroke” selezionato, così.Cercare uno shortcutE’ possibile effettuare una ricerca degli shortcut utilizzando la barra di ricerca sopra al pannello “Commands” sulla destra. Mediante questo tool è possibile ricercare tra gli shortcuts assegnati, non assegnati e modificati rispetto al preset, oppure in tutte queste categorie insieme. Questa selezione è possibile grazie al menù a tendina sulla sinistra della barra di ricerca.Creare un preset personalizzatoUna volta che abbiamo creato i nostri shortcut personalizzati è arrivato il momento di salvarli, per farlo, clicchiamo sui 3 puntini in alto a destra e quindi selezioniamo “Save as New Preset...”, una volta dato il nome desiderato, tutte le scorciatoie scelte saranno salvate.Importazione / esportazione sui preset di shortcutsDallo stesso menù è possibile anche esportare ed importare i nostri preset. Questo è molto utile se ad esempio usate un computer fisso e uno portatile, in questo modo potete effettuare le modifiche su uno, esportarle e importarle sull’altro.Eliminazione preset personalizzatoPer eliminare un preset si utilizza sempre lo stesso menù e si seleziona la voce “Delete Preset”, andando poi a selezionare il preset che desideriamo eliminare. Bene quindi siamo giunti alla fine di questo articolo, spero di aver spiegato al meglio il sistema di Shortcuts di DaVinci Resolve! Quali sono le vostre scorciatoie preferite? Fatemelo sapere con un commento qua sotto!

Più dettagli

Pubblicato - Sab, 30 Jul 2022

Partecipa alla nostra community

Entra nel forum

Scopri la nostra selezione di foto e video

Visualizza il portfolio